Comunicati Stampa
-- Sito in aggiornamento [Sito versione precedente] --
 

Via libera della Conferenza dei Servizi all’avvio dei lavori per il ripristino e la messa in sicurezza di quattro strade danneggiate dal terremoto

Mercoledì scorso, nella sede della Provincia di Macerata, hanno avuto luogo tre Conferenze di Servizi che avevano all’ordine del giorno l’esame dei progetti per la sistemazione ed il ripristino di quattro strade provinciali danneggiate dal terremoto; tra questi, l’intervento più significativo riguarda la Pian Perduto che collega, come noto, Castel Sant’angelo con il Monte Prata e Castelluccio.
Va ricordato che la Pian Perduto, tutt’ora chiusa nella parte superiore dal sisma 2016, riveste un’importanza strategica non solo per i residenti ma anche per l’intero comprensorio anche ai fini turistici e sportivi.
Il progetto, già vagliato nell’estate scorsa, prevede lavori per oltre 16 milioni di euro e, dopo la sua modifica, è stato di nuovo sottoposto all’apposita Conferenza; nei giorni prossimi, come ha assicurato l’ing. Soccodato sentito al termine dei lavori dal Presidente Pettinari, verrà avviata la procedura per l’appalto.
Sono stati inoltre esaminati ed approvati nella stessa giornata altri tre progetti sempre inerenti la viabilità delle zone terremotate.
Gli interventi analizzati, oltre alla strada Pian Perduto, riguardano la messa in sicurezza e ripristino di un tratto della Falerense – Ginesina in località San Ginesio, della Sarnano – Sassotetto – Bolognola e della provinciale Sefro – Agolla.
I progetti relativi alla strada per Bolognola e per Sefro ammontano complessivamente ad un milione e mezzo mentre per la Falerense – Ginesina sono previste opere per 295 mila euro.
I pareri necessari all’iter progettuale per la sistemazione delle quattro strade erano in parte già stati acquisiti dagli Enti interessati e questo ha consentito di concludere positivamente l’esame dei progetti.
Le Conferenze dei Servizi sono state presiedute, su delega del Soggetto Attuatore, dall’ingegnere Angela Maria Carbone; ad esse hanno partecipato in rappresentanza degli Enti interessati, la Provincia di Macerata con i geometri Bonfigli, Amici Abbati ed il Dirigente ing. Mecozzi, il Comune di Castelsant’Angelo con l’Architetto Guardascione e lo stesso Sindaco Falcucci nonché il tecnico del Comune di Sefro.
Alla Conferenza è intervenuta anche la Regione Marche rappresentata dall’ing. Stefano Babini; presenti per l’ANAS gli ingegneri De Franciscis, Turione e Fidenzi unitamente ai progettisti degli interventi in questione.
“Inutile ribadire – precisa Pettinari che ha seguito le fasi conclusive dei lavori della Conferenza – quanto sia importante per il territorio ripristinare i collegamenti devastati dal sisma non solo per i cittadini residenti ma anche per le attività economiche della zona. E’ chiaro che senza collegamenti non c’è nessuna speranza di rinascita.” Finalmente c’è uno spiraglio positivo e una concreta prospettiva per una delle strade più importanti dell’intero comprensorio della Valnerina e del Parco dei Sibillini.
“Per il 7 dicembre prossimo – annuncia il Presidente – è stata convocata un’altra Conferenza dei Servizi presso la sede della Provincia. In tale circostanza verranno vagliati i progetti di ripristino stabilizzazione e messa in sicurezza con istallazione di reti paramassi sulle provinciali 135 Frontignano – Castelsant’Angelo ed Ussita – Casali ancora interrotte dopo il sisma 2016.“

Informazioni

Data di pubblicazione01/12/2017
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
SINP - Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata