Consiglio Provinciale. Approvata costituzione sistema turistico unico

E’ stata quasi interamente dedicata al Sistema turistico locale la lunga seduta del Consiglio provinciale di ieri pomeriggio, conclusasi dopo le 22.
La costituzione del “Sistema turistico unico della provincia di Macerata”, che figurava tra i punti programmatici presentati l’estate scorsa dalla nuova Giunta provinciale, è stata approvata con 17 voti favorevoli e 9 contrari al termine di un ampio dibattito a cui sono intervenuti numerosi consiglieri di entrambi di schieramenti. In apertura di trattazione è stato l’assessore al turismo, Giuseppe Pezzanesi, ad illustrare la proposta maturata nel corso dei mesi ed alla quale lo stesso assessore – come ha riferito in Consiglio – aveva iniziato a lavorare sin dai primi giorni successivi all’insediamento, attraverso contatti ed incontri con i Sindaci e soprattutto con i rappresentanti dei tre Sistemi turistici esistenti ed ora destinati a rientrare nell’unico Sistema turistico di carattere provinciale: Stl “Monti Sibillini”, Stl “Terre dell’Infinito”, Stl “Mare Adriatico e delle Grandi Firme”. La provincia di Macerata era rimasta l’unica delle Marche a non avere un Sistema turistico unico e ciò – ha ricordato Pezzanesi – è risultato penalizzante sia dal punto di vista operativo per la giusta spinta propulsiva allo sviluppo turistico del territorio, sia dal punto di vista economico. Sulla necessità di “unire” la programmazione e la promozione turistica con un unico coordinamento si è registrata ampia condivisione, ma in Consiglio sono emerse differenziazioni circa gli strumenti e la forma giuridico-organizzativa da dare al Sistema turistico della provincia di Macerata. La costituzione dell’Associazione tra enti locali proposta dall’assessore Pezzanesi a nome della Giunta provinciale è stata ritenuta la soluzioni migliore – ha spiegato il presidente Franco Capponi –; soprattutto sulla base dell’esperienza maturata dalle altre province marchigiane. La forma associativa – ha detto il presidente della Provincia – garantisce maggiore efficienza organizzativa, e soprattutto maggiore rapidità decisionale per lavorare bene sui programmi e sui progetti da mettere in campo per dare valore sinergico ai diversi elementi di eccellenza e di attrazione che il nostro territorio offre. Il lavoro svolto fino ad oggi dai tre Sistemi turistici locali – ha aggiunto l’assessore Pezzanesi – non dovranno essere dispersi e per questo sono previsti tre “distretti” all’interno del “Sistema unico”. Montagna, mare, collina e città d’arte, così come musei, monumenti, grandi eventi culturali ed artistici ed enogastronomia – ha sottolineato il presidente Capponi – non dovranno “muoversi” separatamente, ma attraverso progetti trasversali, sia nel senso territoriale che settoriale.
Il Consiglio provinciale, nell’approvare lo statuto dell’Associazione per la realizzazione del Sistema Turistico Locale unico ne ha adottato anche il nome. Si chiamerà Associazione “Terre delle Armonie” e sarà aperta all’adesione di Comuni, Comunità montane, associazioni delle imprese turistiche, delle Aree naturali protette e ad altri soggetti pubblici e privati che concorrono alla formazione dell’offerta turistica sul territorio.

Contenuto inserito il 20/04/2010
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità